Partire con il piede giusto: l’importanza del sopralluogo in cantiere

Quando affrontiamo un progetto complesso a livello tecnico, organizzativo o per durata, risulta per noi estremamente utile poter visionare il cantiere per raccogliere tutte quelle informazioni che al pc o al telefono sono impossibili da ottenere. Al di là dei dettagli tecnici fondamentali, un sopralluogo permette di avere una visione più ampia degli ambienti che accoglieranno i nostri marmi, di parlare con le maestranze locali condividendo importanti informazioni pratiche di gestione del cantiere e di definire una visione comune con tutti i professionisti coinvolti. Tutto il mondo è Paese e, com’è vero che il teatro sul quale ci muoviamo è l'intero pianeta, allo stesso modo l'esperienza maturata dal nostro team tecnico ci permette di adattare la professionalità cantieristica alle particolari situazioni locali, ottimizzando i risultati dei nostri interventi.

 

Per la fornitura dei marmi dell'hotel Soho ad Azov, città russa che sorge in prossimità dell'omonimo mare, abbiamo lavorato per alcuni mesi in cantiere con visite cadenzate, a stretto contatto con i progettisti e gli operai. Il rilievo è stato gestito per step, seguendo lo stato di avanzamento lavori delle strutture cementizie, rilevando le varie parti dell'edificio con uno strumento laser (distanziometro tridimensionale) che ha permesso riscontri molto precisi e veloci; per gli elementi più complessi abbiamo inoltre sviluppato delle sagome per una ulteriore e definitiva verifica sul campo. 

 

La zona che ha richiesto maggior attenzione, e per la quale si è rivelato fondamentale il nostro intervento, è stata sicuramente la hall d'ingresso con la monumentale scala con balaustra e le colonne in Gris Pulpis.

Il rivestimento delle colonne è degno di nota. Le putrelle di sostegno si presentavano infatti dimensionate correttamente a livello funzionale ma visivamente troppo piccole e dimesse nel contesto generale. Il dialogo fra i nostri tecnici e gli ingegneri locali ha condotto ad una soluzione assai pratica e soddisfacente sul piano del design: le parti marmoree sono state foderate con del materiale di riempimento, successivamente ancorato meccanicamente alle strutture metalliche esistenti che erano state, a loro volta, ricoperte con lo stesso materiale per aumentarne lo spessore. A giovare di tale approccio è stata anche la posa in opera, accurata e sicura grazie ai ganci metallici. 

 

La scala che domina l'ingresso, ancora più d'effetto dal vivo che in foto, è stata oggetto di modifiche sul grezzo sulla base delle nostre indicazioni. L'originaria gettata di cemento non era infatti idonea a soddisfare gli obiettivi estetici del cliente; anche in questo caso, il nostro intervento ha permesso di armonizzare al contesto di lusso e ricercatezza dell'hotel, questo volume architettonico centrale nella definizione degli spazi. Complementare alla scala, il massiccio corrimano in Gris Pulpis è stato oggetto di studio già in fase di rilievo per dare indicazioni agli ingegneri sulla struttura che avrebbe dovuto sostenerne il peso. 

 

Il lavoro in team ha permesso il rispetto delle indicazioni estetiche e delle tempistiche prefissate, ottimizzando inoltre costi di realizzazione.

A prescindere dal tipo e dalla grandezza del progetto al quale si sta lavorando, è sempre auspicabile partire con il piede giusto. Gli inconvenienti possono presentarsi e vanno affrontati con professionalità; riuscire a iniziare il cammino senza intoppi rende sicuramente più semplici lo sviluppo e l'ottimale conclusione del percorso.

 

Vuoi saperne di più sui nostri progetti? Inviaci una richiesta

Altri progetti

© Copyright 2017 Bevilacqua Marmi Srl - P.IVA 00793120247
Privacy Policy | cookie policy | credits