Come selezionare le pietre da pavimento e rivestimento per una Spa? Il caso Costa Diadema

Entusiasmo e voglia di affrontare e vincere una grande sfida: fornire diversi materiali per realizzare una buona parte delle pietre da pavimento e rivestimento per "Costa Diadema". Con questo mood, nel 2013, la divisione del nostro ufficio tecnico che cura lo sviluppo di progetti per il settore navale è stato incaricato da Fincantieri di elaborare una quotazione per la nuova ammiraglia di Costa Crociere. Un’esperienza interessante non solo per l’indubbio prestigio della commessa ma anche per l'articolata complessità sul fronte del reperimento materiali.

Il capitolato fornitoci dall’armatore, infatti, prevedeva l’impiego di quindici diversi graniti per realizzare pavimenti, scale, banconi, piani bagno e colonne retroilluminate all’interno dell’area Spa della nuova nave. Conoscevamo la maggior parte dei materiali richiesti perché già utilizzati in altri progetti. La nostra esperienza ci portava quindi, in prima istanza, a confermare la bontà delle scelte fatte dai progettisti per le diverse destinazioni d’uso, un servizio di consulenza che teniamo a offrire in questa fase sulla base delle nostre competenze. Per le referenze rimanenti, abbiamo subito iniziato una ricerca appoggiandoci alla nostra selezionata e consolidata rete di fornitori e cavatori.

Nell’operazione di selezione abbiamo dovuto mettere in campo tutte le nostre risorse operando in sinergia con i partner della materia prima, con i quali siamo stati impegnati a lavorare su due versanti:

Il lavoro di squadra ci ha permesso in breve tempo di selezionare e opzionare l'acquisto delle migliori qualità reperibili in quel momento sul mercato per ogni materiale richiesto. Va sottolineato, parliamo delle migliori qualità reperibili al momento dell’ordine. Marmi, pietre e graniti sono materiali naturali, non sempre disponibili e dalla qualità non sempre prevedibile. Anche per questo l'intervento del consulente esperto è fondamentale al momento di selezionare i materiali alla fonte. 

In una seconda fase, ci siamo concentrati ulteriormente sui graniti che non avevamo ancora lavorato in precedenza. Volevamo testarne la risposta alla lavorazione prima di iniziare a produrre. Inoltre, prima di procedere al taglio dei blocchi selezionati abbiamo eseguito, internamente e in tempi brevi, una serie di collaudi per verificare che le venature e le tonalità di tutti i graniti opzionati risultassero in linea con le richieste degli architetti. Data l’importanza del progetto, la direzione lavori ci ha quindi richiesto di presentare all’armatore un mock-up per ogni area con il relativo granito specificato, di cui riportiamo qualche impressionante testimonianza nelle immagini.

Un lavoro industriale seguito con cura artigianale e, quindi, alla nostra maniera. Tutte le energie profuse sono state così ampiamente ripagate: prima di tutto, dalla soddisfazione di consegnare gli ultimi lavorati finiti a Fincantieri entro il timing concordato, poi dall’emozione di poter ispezionare il cantiere a posa ultimata nell’agosto 2014 e, infine, dalla visione delle prime sensazionali immagini ufficiali dell’ammiraglia al varo.

 

 

Vuoi saperne di più sui nostri progetti? Inviaci una richiesta

Altri progetti

© Copyright 2017 Bevilacqua Marmi Srl - P.IVA 00793120247
Privacy Policy | cookie policy | credits